LEGGE 8108 PDF

Gli atti, i provvedimenti e gli adempimenti attuativi del presente decreto sono effettuati nel rispetto dei principi del decreto legislativo 30 giugno , n. Definizioni 1. Campo di applicazione 1. Nei riguardi delle cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre , n. Nei confronti dei lavoratori a progetto di cui agli articoli 61, e seguenti, del decreto legislativo 10 settembre , n.

Author:Maunos Meztizil
Country:Vietnam
Language:English (Spanish)
Genre:Education
Published (Last):26 July 2013
Pages:217
PDF File Size:14.45 Mb
ePub File Size:9.39 Mb
ISBN:661-9-20336-418-3
Downloads:37734
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Vushicage



Gli atti, i provvedimenti e gli adempimenti attuativi del presente decreto sono effettuati nel rispetto dei principi del decreto legislativo 30 giugno , n. Definizioni 1. Campo di applicazione 1. Nei confronti dei lavoratori a progetto di cui agli articoli 61, e seguenti, del decreto legislativo 10 settembre , n. Nei confronti dei lavoratori a domicilio di cui alla legge 18 dicembre , n. Ad essi devono inoltre essere forniti i necessari dispositivi di protezione individuali in relazione alle effettive mansioni assegnate.

A tutti i lavoratori subordinati che effettuano una prestazione continuativa di lavoro a distanza, mediante collegamento informatico e telematico, compresi quelli di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo , n. I lavoratori a distanza sono informati dal datore di lavoro circa le politiche aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in particolare in ordine alle esigenze relative ai videoterminali ed applicano correttamente le direttive aziendali di sicurezza.

Computo dei lavoratori 1. I lavoratori utilizzati mediante somministrazione di lavoro ai sensi degli articoli 20, e seguenti, del decreto legislativo 10 settembre , n. Sistema istituzionale Art. Ai fini delle definizioni degli obbiettivi di cui al comma 2, lettere a , b , e , f , le parti sociali sono consultate preventivamente. Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro 1. I componenti della Commissione e i segretari sono nominati con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, su designazione degli organismi competenti e durano in carica cinque anni.

Comitati regionali di coordinamento 1. Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro 1. Allo sviluppo del medesimo concorrono gli organismi paritetici e gli istituti di settore a carattere scientifico, ivi compresi quelli che si occupano della salute delle donne. Tali regole sono definite nel rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 7 marzo , n.

La partecipazione delle parti sociali al Sistema informativo avviene attraverso la periodica consultazione in ordine ai flussi informativi di cui alle lettere a , b , c e d del comma 6.

I contenuti dei flussi informativi devono almeno riguardare: a il quadro produttivo ed occupazionale; b il quadro dei rischi; c il quadro di salute e sicurezza dei lavoratori; d il quadro degli interventi di prevenzione delle istituzioni preposte; e il quadro degli interventi di vigilanza delle istituzioni preposte.

I dati sono resi disponibili ai diversi destinatari e resi pubblici nel rispetto della normativa di cui al decreto legislativo 30 giugno , n. Enti pubblici aventi compiti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro 1. Informazione e assistenza in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro 1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, tramite le AA. Interpello 1. Vigilanza 1. Disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare e per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori 1.

Ai provvedimenti del presente articolo non si applicano le disposizioni di cui alla legge 7 agosto , n. In materia di prevenzione incendi trovano applicazione le disposizioni di cui agli articoli 16, 19 e 20 del decreto legislativo 8 marzo , n. Decorso inutilmente tale ultimo termine il provvedimento di sospensione perde efficacia. Nelle ipotesi delle violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro di cui al comma 1, le disposizioni del presente articolo si applicano nel rispetto delle competenze in tema di vigilanza in materia.

Misure generali di tutela 1. Delega di funzioni 1. Obblighi del datore di lavoro non delegabili 1. Obblighi del datore di lavoro e del dirigente 1. Obblighi del preposto 1. Obblighi dei lavoratori 1. Ogni lavoratore deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro.

Obblighi dei progettisti 1. I progettisti dei luoghi e dei posti di lavoro e degli impianti rispettano i principi generali di prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro al momento delle scelte progettuali e tecniche e scelgono attrezzature, componenti e dispositivi di protezione rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari in materia.

Obblighi dei fabbricanti e dei fornitori 1. Sono vietati la fabbricazione, la vendita, il noleggio e la concessione in uso di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuali ed impianti non rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Obblighi degli installatori 1. Obblighi del medico competente 1.

EMILY REMLER ADVANCED JAZZ LATIN IMPROVISATION PDF

Sicurezza sul Lavoro: il Decreto Legislativo 81/08

.

DIXELL XW40L PDF

Testo unico sulla sicurezza sul lavoro

.

CUENTO BOCADO DE VIENTO DE ARTURO ARIAS PDF

I DPI NEL D.LGS 81/08

.

Related Articles